I RIAD: OASI DI PACE NEL CUORE DELLA MEDINA

  1. Home
  2. Viaggi
  3. I RIAD: OASI DI PACE NEL CUORE DELLA MEDINA

Alex Racconta

“Sono passati piu di 12 anni dalla prima volta che ho varcato la soglia di un Riad a Marrakech ma le sensazioni sono ancora vivide e forti come se fosse successo ieri.
Ero con Barbara, un’amica a cui devo davvero molto in merito al mio amore per questo straordinario paese chiamato Marocco: mi aveva già raccontato di maioliche variopinte, profumo di fiori di arancio, porte intagliate e rose fresche in ogni angolo.
Le mie aspettative non rimasero deluse: una volta varcata la soglia del Riad Al Kadar (originariamente un’antica scuola coranica) capii immediatamente di essere in un posto MIO.
Tutto perfetto e curato nei minimi dettagli, un profumo incredibile forte ma mai invadente permeava in ogni ambiente.
L’unico rumore all’interno della casa era quello generato dal getto d’acqua di una bellissima fontana in marmo posta al centro del cortile interno e interamente coperta di boccioli di rose rosse tra le più belle mai viste.
Michele ci accolse con un sorriso meraviglioso e con un gesto molto simile ad una coreografia ci servì dell’ottimo the alla menta marocchino versato da una bellissima teiera in argento accompagnato da fantastici biscotti fatti in casa.
VOLEVO TUTTO!
La teiera, i bicchieri, le rose, il the alla menta, quel profumo di fiori di arancia meraviglioso, TUTTO!
Mi bastò terminare il mio the per capire che il Marocco mi era già entrato nelle vene e che stava cominciando una lunga storia d’amore”.

Riad Al Kadar

Riad Al Kadar

Cos’è un Riad

Riad deriva del plurale della parola “giardino” e si riferisce ad abitazioni tipiche marocchine costruite attorno ad un cortile interno dove erano spesso posti alberi e piante, tappeti cuscini e anche una fontana a scopo decorativo (ma non solo…).
La mancanza quasi totale di finestre sull’esterno della casa permetteva alle famiglie che vivevano al suo interno di godere della massima privacy come veniva e viene tutt’ora richiesto dalla religione islamica.
Le mura forti e spesse isolavano acusticamente la casa dal caos della medina e mantenevano più fresche le stanze interne riparandole dalle torride estati marocchine.
All’interno un Riad si sviluppa attorno al suo giardino, sul quale si affacciano le stanze padronali, ambienti dedicati ai pasti, una cucina e a volte quando si trattava di una casa appartenente ad una famiglia benestante anche un “hammam”.

il giardino del Riad Al Kadar

il giardino del Riad Al Kadar

L’ascesa dei Riad

Dai primi del 2000 (con un boom tra il 2004 e il 2005) divenne molto popolare acquistare  queste strutture  e trasformarle in resort e hotel dentro la medina, quindi ci fu una vera e propria gara per accaparrarsi le case più belle e costruirci spesso anche dimore di lusso ma dall’animo autentico.
Questo è ciò che noi amiamo di più di queste strutture; che si parli di Riad più piccoli e semplici o di case sontuose e a 5 stelle quasi tutte mantengono intatta la loro forte identità marocchina e rimangono saldamente radicate alle loro origini.

La medina delle città Marocchine è quasi sempre un luogo pieno di colori e profumi ma anche di chiasso, sporco e odori forti e pungenti: entrare  in un Riad significa estraniarsi completamente da tutto ciò per rimanere circondati solamente  dal silenzio, da profumi inebrianti e dallo scrosciare di una fontana.
Senza però spostarsi dal cuore pulsante della città stessa.

Riad “La Sultana”

Riad “La Sultana”

La sola Marrakech conta più di 1500 Riad di diverse tipologie e strutture.
Case meravigliose, quasi tutte in tipico stile arabo e andaluso.
Luoghi magici dove potrete soggiornare, pranzare cenare o anche solo bere un the alla menta su terrazze colorate che dominano i tetti delle Medine marocchine.
Esistono infatti moltissimi Riad dove come nei grandi  hotel internazionali anche se non siete ospiti potrete accedere ai vari ristoranti e terrazze per una pausa piacevole.

il Roof Top Del Riad El Fenn

il Roof Top Del Riad El Fenn

Alcuni sono stati interamentre adibiti a favolosi Hammam, come Le Bains D’Orient, dove il rituale tipico dell’hammam marocchino viene sapientemente eseguito da mani abili in ambienti pulitissimi e ricercati.
Ma del rito dell’Hammam ve ne parleremo in un altro momento.

Les Bains D’orient, Marrakech

Les Bains D’orient, Marrakech

Alla ricerca della bellezza

Tutti i Riad che abbiamo visitato in questi anni come moltissimi luoghi qui in Marocco hanno un comune denominatore: la Bellezza.
Troviamo l’arte arabo andalusa veramente straordinaria, nella sua opulenza mai stucchevole e nella continua ricerca dei dettagli, nulla mai lasciato al caso.
Splendide e colorate maioliche rivestono pareti e pavimenti, meravigliosi tappeti sapientemente tessuti a mano adornano le sale dove ogni elemento della vita quotidiana viene abbellito con vezzi ornamentali unici.
Le porte sono alte e ad arco, spesso decorate con stucchi intarsiati a mano: persino i bagni sono curati nei dettagli e arricchiti con elementi di argenteria artigianale marocchina, unica al mondo nel suo genere.

Insomma se come noi siete amanti del bello qui troverete pane per i vostri denti, anche nelle case più semplici e “spartane”.

Una vasca da bagno del Riad “Chbanate”, Essaouira

Una vasca da bagno del Riad “Chbanate”, Essaouira

Curiosità

Perché una fontana al centro della maggior parte dei Riad? La risposta più accreditata è sicuramente la seguente: lo scrosciare dell’acqua doveva riempire il silenzio creatosi all’interno della casa dalle spesse mura che la dividevano con l’esterno.
Il flusso continuo dell’acqua (che si ferma solo durante le ore notturne) da un senso di pace e relax chi si rifugia all’interno di queste dimore.
C’è chi dice però che nelle vecchie dimore marocchine il rumore dell’acqua servisse anche a coprire rumori più “sconvenienti” provenienti dalle camere padronali.
In Marocco quello che succede all’interno di un Riad doveva e deve rimanere all’interno di un Riad!

Una delle fontane del Riad “La Sultana”

Una delle fontane del Riad “La Sultana”

Menu